A Bologna un ambulatorio mobile

Il nuovo ambulatorio mobile è stato acquistato e attrezzato grazie al contributo europeo del Progetto ICARE

 

Un camper, equipaggiato ad ambulatorio medico, pronto a partire per le strade di Bologna e provincia per affrontare l’emergenza pandemica e offrire assistenza sanitaria alle comunità con maggiori bisogni di salute e più difficoltà ad accedere ai servizi sanitari.
Il nuovo ambulatorio mobile è stato acquistato e attrezzato grazie al contributo europeo del Progetto ICARE, un progetto di area emergenziale promosso dalla Regione Emilia-Romagna in partenariato con Regione Toscana, Lazio e Sicilia, e finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione dell’Unione Europea.
“Uno strumento flessibile e un aiuto importante, in questa fase dell’epidemia” afferma Paolo Bordon, Direttore generale dell’Azienda USL di Bologna, “che consentirà di essere più vicini a chi ha bisogno, oltre a intervenire rapidamente nelle comunità più colpite dal virus. Da subito il camper sarà impiegato, in accordo con la Prefettura di Bologna e la Conferenza Territoriale Socio Sanitaria Metropolitana, in una campagna di screening nei 26 centri di accoglienza dislocati in tutto il territorio bolognese per tutelare le persone accolte nelle strutture”.

Leggi la news completa sul sito dell'AUSL Bologna

La notizia ripresa dall'Agenzia di stampa nazionale DIRE

 

In viaggio sull'ambulatorio mobile

 

Le immagini della giornata

 
Ambulatorio mobile
Ambulatorio mobile
 
Ambulatorio mobile
Ambulatorio mobile
 
Ambulatorio mobile
Ambulatorio mobile
 
Ambulatorio mobile
Ambulatorio mobile
 
Ambulatorio mobile
Ambulatorio mobile
 
Ambulatorio mobile
Ambulatorio mobile
 
Ambulatorio mobile
Ambulatorio mobile